Cavallo Bardigiano


Si tratta di una razza italiana che trae il proprio nome dal paese di Bardi, sull’Appennino parmense, sua zona di origine.

Il Cavallo Bardigiano

Attacco a due con cavalli bardigiani

Il cavallo Bardigiano è in realtà un pony: infatti la sua altezza è inferiore ai 150 cm (i soggetti di sesso maschile possono arrivare al massimo a 149 cm al garrese). Si tratta di una razza italiana che trae il proprio nome dal paese di Bardi, sull’Appennino parmense, sua zona di origine.
La storia ci racconta come i Landi, Signori delle Valli di Taro e Ceno, abbiano cominciato ad allevare in queste zone, equini allo stato semi-brado. Le condizioni ambientali delle montagne hanno forgiato negli anni la tempra dei cavalli, rendendoli particolarmente robusti, rustici e resistenti.
L’evoluzione della razza è stata influenzata da sangue di cavalli da tiro Belgi e Cremonesi; inoltre, dopo la II Guerra Mondiale, per evitarne l’estinzione e migliorare quella che era in quel momento l’attitudine prevalente (la soma e la produzione di carne), furono impiegati uno stallone Avelignese e soggetti di razza Franches-Montaignes.
Il cavallo Bardigiano, grazie alla sua docilità e rusticità, è stato utilizzato nel contesto economico agricolo montanaro, come un affidabile, resistente, equilibrato e disponibile compagno per i lavori nei boschi (trasporto della legna e delle castagne a basto, traino dei tronchi).

Il Cavallo BardigianoGrazie alla passione degli allevatori locali ed al lavoro di recupero svolto dall’Ufficio Centrale del Libro Genealogico, oggi il Bardigiano viene selezionato per la sella, il trekking e l’equiturismo ed il tiro leggero; si dimostra idoneo anche per discipline tecniche come la Monta da Lavoro e gli Attacchi.
Il suo temperamento equilibrato e la sua costruzione morfologica fanno sì che venga utilizzato con ottimi risultati in diversi Centri riconosciuti a livello nazionale che si occupano di Ippoterapia, dove si svolgono lezioni assistite a bambini e ragazzi diversamente abili.
L’Associazione di Razza (A.N.A.C.B.), rappresenta lo strumento per la conservazione ed il miglioramento del cavallo Bardigiano, indirizzando sul piano tecnico la selezione e promuovendone la valorizzazione economica; i risultati si possono constatare ogni anno alla Mostra Nazionale di Bardi, dove si svolgono le valutazioni morfologiche ad opera di una Giuria di Esperti di Razza, spettacolari esibizioni a sella e pariglie.
(Fonte Spigardi, 1887 da bardigiano.it)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: