La coperta 2


A quanti di voi sarà capitato di entrare in selleria pensando: “be’, cosa vuoi mai, ci metterò un attimo a comprare la coperta per il mio fiero amico”. Niente di più errato non è vero!? In commercio esiste una tal quantità di coperte da farci venire il mal di testa e la scelta non è sicuramente facile, soprattutto dopo che ci saranno state descritte dal nostro fidato sellaio tutte le caratteristiche di ogni modello, che comunque costerà più di una delle nostre giacche più belle!

Personalmente, utilizzo solo il piumone in inverno, tuttavia se desideriamo stare dalla parte dei bottoni, fornendoci con due o tre coperte di peso variabile, possiamo stare sicuri che il nostro equino sarà più che protetto e al caldo per tutta la stagione più fredda. Come sempre la raccomandazione è: non fatevi prendere la mano. Un po’ di freddo non è pericoloso e il nostro amico è abituato a vivere all’aperto, quindi copriamolo quando c’è reale bisogno. Molte persone si regolano con il calendario, con l’arrivo dell’autunno, ma probabilmente sono abitudini da non seguire. Piuttosto, controlliamo la temperatura e quando comincia ad essere effettivamente freschino, diciamo 5°/8° gradi, allora possiamo cominciare a mettere una coperta leggera, di cotone per lo più, che proteggerà il nostro equino alla perfezione. Quando la temperatura scende ancora, la possiamo cambiare con una coperta media, da 150 grammi per poi passare, se la temperatura dovesse scendere ancora, ad una coperta più spessa o al piumone.

Andiamo a vedere quanti tipi di coperte possiamo utilizzare:

– coprireni: si usa prima e dopo il lavoro per proteggere il cavallo dal freddo una volta tolta la coperta e lascia libera la zona della sella.

– coperta di cotone: consigliata per il periodo meno freddo. Probabilmente, una buona coperta di cotone è più che sufficiente per la maggior parte della stagione

– pile: di solito si utilizza per tenere caldo il nostro amico equino prima di iniziare il lavoro e dopo, quando grazie alla loro ottima proprietà traspirante: il pile risulta asciutto nella parte a contatto con il mantello e umido sopra, perché il sudore evapora.

– coperta impermeabile: sono coperte di nylon spalmato che le rende adatte ad essere usate anche in caso di maltempo. Alcune di esse anno poi un rivestimento interno in nylon o cotone.

– coperta di spugna: va bene per asciugare il cavallo dopo una doccia forse, ma è sconsigliata d’inverno per le scarsissime proprietà traspiranti.

– coperta in tessuto sintetico: sono prodotte in lycra, la cui parte inferiore, in garza, permette la traspirazione del sudore senza però che il cavallo si raffreddi a causa dell’evaporazione

La tipica coperta è, nella realtà, molto tecnica e  complessa. Essa è equipaggiata con due cinghie sottopancia da incrociare, di misura regolabile secondo le esigenze (se il nostro cavallo è un po’ spanciato, sarà anche utile per prendergli il “girovita” e regolarsi per farlo “dimagrire” un po’!), e due cinghie posta davanti al petto, oltre a due cosciali con moschettone e, infine, con sottocoda, il tutto naturalmente per evitare che la coperta scivoli ai lati con il rischio che si rompa o, peggio, il cavallo vi inciampi e possa cadere o farsi male. I piumini sono corredati, al loro interno, di una copiosa imbottitura in ovatta all’interno e, all’esterno, un tessuto traspirante ed antistrappo. Se la coperta di strappa? Usiamo nastro adesivo e colla idrorepellente, mai filo che potrebbe tagliare o provocare abrasioni

Ho letto questi dati su internet, che dovrebbero permetterci di avere una idea sulla misura corretta da scegliere per il nostro equino.

Andaluso di 1,65 veste una 145,

Haflinger di 1,48 una 125,

Quarter di 1,51, una 135

Pony poco più grande di uno shetland una 90.

Ricordatevi in ogni caso che l’esperienza è importante. Perché vi dico questo, perché si sostiene, tra i più informati, che per conoscere esattamente quale misura sia quella giusta per il nostro fiero amico, si debba misurare la lunghezza che va dal garrese alla coda del cavallo aggiungendo una ventina di centimetri. Io non ho ancora provato però!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: