USA. Un passo indietro nella lotta contro la macellazione degli equini


ImageAl 2008, in tutto il territorio degli Stati Uniti d’America, esistevano tre mattatoi autorizzati ad abbattere cavalli: la carne che ne veniva ricavata era utilizzata quasi esclusivamente per esportazione o per la produzione di mangimi essendo scarsissimo il consumo di carne equina per scopi alimentari. Per questo, numerose associazioni per la protezione dei nostri amici equini si sono battute, allo scopo di proibirne del tutto la macellazione. E sembrava che la lotta fosse vinta: la Corte Suprema statunitense  ha dichiarato “illegale” la macellazione equina.

Ad un iniziale periodo di entusiasmo tuttavia è seguito un periodo di profonda rassegnazione e sbigottimento: a seguito della decisione della Corte Suprema statunitense, e quindi della chiusura dei tre macelli sin ad allora legali, come era in effetti prevedibile, si è verificata una notevole impennata dell’esportazione di cavalli, verso paesi come il Messico, proprio a scopo di macellazione.

Pertanto, non solo i cavalli non sono stati salvati dalla macellazione, ma la loro condizioni è peggiorata. Infatti:

  • Negli Stati Uniti la legislazione sulla macellazione prevedeva diversi vincoli e limitazioni, come la limitazione delle sofferenze inutili, risultando sicuramente migliore e più protettiva, dal punto di vista dell’animale, rispetto a quella messicana.
  • Il trasporto dei cavalli fino al Messico o ad altri paesi provoca un enorme stress al cavallo. Se ci si aggiunge che spesso le modalità di trasporto non sono rispettose dell’animale si capisce quanto danno si provochi ai cavalli. Elevatissmo il tasso di mortalità in pendenza di trasporti oltreconfine per la macellazione.

Speriamo si possa fare un passo avanti, vietando in qualche modo le pratiche crudeli e inutilmente violente alle quali a volte gli equini sono sottoposti, ma la verità è che purtroppo non sempre queste associazioni comprendono fino in fondo le implicazioni alle quali le loro richieste possono poi condurre.

 

Advertisements
Contrassegnato da tag , , , , , , , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: