I diritti dei Cavalli “selvaggi”


I cavalli selvaggi d’America sono da sempre simbolo di libertà.

E’ una storia lunga, che inizia nel XVI secolo, quando i cavalli importati dal Messico (i Mustang) si riunirono in branchi liberi scorazzando per le praterie, arricchendo l’immaginario di tutti con le loro corse nel vento, per la loro fierezza, forza e autonomia.

Da sempre inseguiti dai Cowboys, continuano oggi la loro storia di fuga per la libertà nel deserto californiano, dove è in atto uno scontro, che divide l’opinione pubblica e vede la contrapposizione tra ambientalisti e amministratori locali. Le autorità segnalano l’emergenza di contenere il numero eccessivo di questi cavalli, catturandoli e rinchiudendoli in ranch privati. Gli animalisti si oppongono e parlano di cattura costosa e disumana.

Il New York Times parla di una lotta che vede da un lato circa 40.000 cavalli sparsi nei 10 stati americani (ultimo baluardo di quello che fu l’antico Far West) e dall’ altro un gruppo di ‘pseudo-cowboys’ senza lazi ma con comodi elicotteri tecnologici, che utilizzano per spingere i branchi di cavalli verso trappole e imprigionarli.

Per le autorità che gestiscono la situazione i cavalli selvaggi sul territorio sono troppi e le operazioni per catturarli non sono cruente, servono a mantenere la popolazione dei “mustang” a livelli più sostenibili, per la salute dei cavalli stessi e per quella degli altri animali.

Durante le operazioni di cattura i cavalli vengono individuati dagli elicotteri e spinti verso delle reti chiuse ad imbuto che li imprigionano conducendoli verso un recinto provvisorio. Ma tali operazioni non sono completamente senza costi in termine di vite: in una delle ultima operazioni sono morti sette mustang, e nell’inverno scorso in un attacco in Nevada sono deceduti oltre 100 esemplari. E su questo si stanno battendo gli animalisti.
I cavalli catturati vengono messi a disposizione per l’adozione, ma la richiesta è scarsa e i costi di mantenimento di un cavallo sono molto elevati. Succede così che il governo finisce per spedirli in grandi ranch privati del Midwest, cacciando i cavalli selvaggi dai terreni pubblici, permettendo al bestiame dei privati di pascolare, e li mandano in ranch privati pagando dei mandriani per mantenerli.

Annunci
Contrassegnato da tag , , , , ,

2 thoughts on “I diritti dei Cavalli “selvaggi”

  1. toppik ha detto:

    I love your blog.. very nice colors & theme. Did you make this website yourself or did you hire someone to do
    it for you? Plz answer back as I’m looking to create my own blog and would like to know where u got this from. thanks a lot

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: